Per un marchio a tutela del merletto

Sono anni che cerchiamo di portare avanti la nostra idea di portare il merletto, assieme al vetro di Murano, al riconoscimento di un marchio di Indicazione Geografica Protetta (IGP). Tutto questo ha l’obiettivo di supportare la richiesta di identificazione di questa tradizione da parte del Comune come patrimonio immateriale dell’umanità dell’Unesco: questa cosa porterà sicuramente ad una migliore conservazione e rilancio del settore.

Venezia è tempio di cultura artigiana e non possiamo permetterci di non riuscire a tramandarla ai posteri.

Un grazie al nostro Assessore Sebastiano Costalunga per averci fatto visita venerdì, visitando diverse nostre realtà artigiane legate al merletto, compreso il Museo.

Purtroppo a portare avanti la tradizione del merletto sono solo alcune donne, tra le quali però spicca la quindicenne Ludovica Zane, la più giovane merlettaia di Burano, la quale ha ereditato la sua passione dalla nonna Sandra.

Sono state espresse parole di estremo impegno da parte del nostro assessore per arrivare al riconoscimento IGP di vetro e merletto, consci che il rilancio del merletto e del vetro non porteranno solamente un vantaggio alle attività locali, ma a Venezia tutta. 

Appuntamento per tutti oggi alle 12.20 su Rai 1 per la nuova puntata di Linea Verde dedicata oggi alla nostra laguna ed in particolare modo a Mazzorbo e Burano; verranno messi in evidenza le mosche e la più giovane merlettaia dell’isola. Tutti davanti agli schermi allora. 

Merletto e il marchio IGP